Azioni

Ogni sforzo della BioacademyOnline è finalizzato a realizzare azioni per una filosofia dell’insegnamento e dell’apprendimento personalizzato:

  • Metodiche per un processo critico di autovalutazione e valutazione di conoscenze e competenze
  • Tecniche e metodiche per l’orientamento delle scelte
  • Corrispondenza e congruenza dell’insegnamento e dell’apprendimento sulla occupabilità del soggetto in ambito lavorativo
  • Costruzione di un Curricolo incentrato sulla economia della conoscenza per una formazione aperta e permanente

UNA DELLE LEZIONI MOTRICI DEL NOSTRO AGIRE E DELLA NOSTRA FORMAZIONE CONTINUA:

The Basic Laws of Human Stupidity, (“Allegro, ma non troppo”, così tradotto nella pubblicazione del Il Mulino) scelto da noi (non per gioco) per una seria riflessione sulle “Leggi della stupidità”.

Un volume del grande scienziato e storico italiano dell’Economia, Carlo Maria Cipolla (1922 – 2000), che si cimentò nel dimostrare come anche un solo gruppo di cretini diventa più pericoloso di ogni forma di mafia al mondo.

Ecco le 5 “Leggi della stupidità” che accompagnano le nostre scelte nei processi di insegnamento-apprendimento:

  1. Sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione;
  2. La probabilità che una persona sia stupida è indipendente da qualsiasi caratteristica della persona stessa;
  3. Una persona stupida è una persona che causa un danno ad un’altra persona o un gruppo di persone senza, nel contempo, realizzare un vantaggio per sé o, addirittura, subendo una perdita;
  4. Le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo di quelle stupide. In particolare, i non stupidi dimenticano costantemente che in qualsiasi momento e luogo e in qualsiasi circostanza, trattare e/o associarsi con individui stupidi si dimostra infallibilmente un costosissimo errore;
  5. La persona stupida è il tipo di persona più pericolosa che esista.